skip to Main Content
Bando INAIL: Rimozione Amianto E Riqualificazione Energetica

Bando INAIL: Rimozione Amianto e riqualificazione energetica

Bando Isi Inail 2016-2017: Contributi per le imprese

Contributi a fondo perduto sono previsti per tutte le realtà aziendali che intendono svolgere interventi di bonifica dell’amianto, e che quindi riguardano strettamente la salute e la sicurezza sul lavoro.

La domanda di inoltro della richiesta deve essere inviata entro e non oltre il 5 Giugno 2017, con interventi programmati e realizzati entro 1 anno.

Fondi stanziati e il 65% finanziato

Più di 4 milioni di euro sono stati stanziati alle imprese, tramite gli incentivi sulla rimozione dell’amianto e materiali dannosi. Il finanziamento concesso ricopre il 65% delle spese sostenute su un range di investimento che va dai 5.000€ ai 130.000€.

smaltimento-amianto

Smaltimento e rimozione amianto: il Bando

Il Bando ISI INAIL finanzierà, come detto precedentemente, la rimozione e smaltimento dei materiali e/o opere contenenti amianto. Sono ammesse esclusivamente le opere e spese accessorie riferite ad interventi non realizzati e non in corso di realizzazione, prima del 5 giugno 2017.

Come accedere a questi contributi e finanziamenti?

✓ Sono incluse tutte le tipologie di aziende iscritte alle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura.

✓ Registrazione ed accesso alla sezione online del portale INAIL fino al 3 giugno 2017

✓ Presentazione delle domande e progetti dal 19 aprile 2017 al 5 giugno 2017

✓ Ti verrà assegnato a partire dal 12 giugno 2017 un codice identificativo (ID) e l’invio domanda

✓ Verrà comunicata l’ordine di ammissione ai contributi entro 7 giorni lavorativi

✓ Dovranno essere presentati tutti i progetti e certificazioni del caso entro 30 giorni dall’ammissione

✓ Verifica Tecnica da parte di un tecnico INAIL (entro 120 gg), erogazione contributi e messa in atto del progetto in chiave operativa

Ricorda che:

E’ possibile richiedere un anticipo del contributo fino al 50% se e solo se il finanziamento non supera i 30.000€.

Chiudi il cerchio dell’efficienza energetica

Questo è solo il primo passo per poter finalmente iniziare un processo di evoluzione energetica mai visto fino ad ora. Liberandosi del fardello nocivo dell’amianto e sponsorizzando i sistemi energetici volti all’autoconsumo e auto-produzione di energia elettrica.

Se aggiungi nelle opere di riqualificazione, un impianto fotovoltaico (Vedi la proposta ESCO) avrai la possibilità di beneficiare delle agevolazioni del Superammortamento al 140% (Legge Sabatini) e della notevole capacità di auto-consumare la tua energia (scopri i sistemi di accumulo).

Richiedi un sopralluogo o un’analisi gratuita:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top