skip to Main Content
Il Fotovoltaico: Dalle Origini Alle Performance Di Oggi

Il fotovoltaico: dalle origini alle performance di oggi

L’incredibile evoluzione della tecnologia fotovoltaica dalle origini ai giorni nostri

1839 – Le origini del fotovoltaico

Alexander-Edmond Bacquerel nel 1839, all’età di 19 anni, nel laboratorio del padre, ha creato la prima cella fotovoltaica al mondo.

Il cloruro d’argento o il bromuro d’argento erano i componenti utilizzati nel primo esperimento per rivestire gli elettrodi di platino; una volta illuminati gli elettrodi hanno generato tensione e corrente elettrica!

Grazie a questo esperimento, l‘effetto fotovoltaico è anche conosciuto come “effetto Bacquerel“.

1921 – Einstein vince il premio Nobel

La teoria dell’effetto fotovoltaico è una sotto categoria dell’effetto fotoelettrico che Albert Einstein teorizzò e pubblicò nel 1905. Questo gli permise di vincere il premio Nobel per la fisica nel 1921.

Nobel effetto fotovoltaico Einstein - origini fotovoltaico

Nobel per la fisica – Albert Einstein

1954 – La rivoluzione della prima cella solare

Bell Labs nel 1954 annuncia l’invenzione della prima cella solare al silicio, che mostrò alla National Accademy of Science Meeting. La cella raggiunse circa il 6% di efficienza.

Pochi anni dopo, grazie a questa straordinaria invenzione, spedirono nello spazio il primo “satellite orbitante” alimentato unicamente da celle fotovoltaiche.

Dopo alcuni decenni ed investimenti continui in ricerca e sviluppo, la tecnologia ad oggi è ai massimi livelli.

SunPower Maxeon 3

2019 – SunPower Maxeon®3

SunPower® presenta il pannello fotovoltaico con la massima potenza nominale pari a 400 Wp: il più potente ed efficiente sul mercato.

Sono progettati per produrre il 60% in più di energia a parità di spazio, garantiti fino a 25 anni.

Il pannello perfetto per installazioni residenziali e non solo…

Scopri l’offerta TOP con SunPower Maxeon®3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top