skip to Main Content
Ecobonus 2019 Ed Ecotassa – Novità Dal 1 Marzo 2019

Ecobonus 2019 ed Ecotassa – Novità dal 1 Marzo 2019

Dal 1 Marzo 2019, in attesa di tutti i decreti attuativi, sono entrate in vigore l’Ecotassa e l’Ecobonus per i veicoli di nuova immatricolazione.

Ecotassa 2019 – in breve

Le auto nuove immatricolate che emettono più di 160 grammi di CO2/km dovranno pagare questa nuova imposta.

La tassa è proporzionata in base al livello di emissioni, su 4 scaglioni:

Emissioni di CO2
161-175 g/km: 1.100€
176-200 g/km: 1.600€
201-250 g/km: 2.000€
oltre 250 g/km: 2.500€

L’imposta dovrà essere pagata dall’automobilista tramite F24.

Qui troverai la lista delle auto inquinanti divise in 4 scaglioni.

 

Renault ZOE – La city car elettrica francese

Ecobonus 2019 – i vantaggi

L’Ecobonus è l’agevolazione promossa con la Legge di Bilancio 2019 per l’acquisto di auto di nuova immatricolazione elettriche ed ibride, o con emissioni inferiori a 70g/km.

I destinatari di questo contributo sono coloro che acquistano, anche in locazione finanziaria, un mezzo immatricolato in Italia.

Veicoli categoria M1

Veicoli a 4 ruote per il trasporto di persone (max 8 posti) con queste caratteristiche:

  1. nuovi di fabbrica;
  2. producano emissioni di CO2 non superiori a 70 g/km;
  3. siano stati acquistati ed immatricolati in Italia dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021;
  4. il cui prezzo (da listino prezzi ufficiale della casa automobilistica produttrice) sia inferiore a 50mila euro (IVA esclusa)

Veicoli categoria L1 e L3

Veicoli a due ruote con cilindrata inferiore o uguale a 50cc e velocità max 45 km/h (L1) oppure veicoli a due ruoti oltre i 50cc con velocità max superiore a 45km/h, devono essere:

  1. nuovi di fabbrica;
  2. elettrici o ibridi;
  3. di potenza inferiore o uguale a 11 kW;
  4. acquistati ed immatricolati in Italia nell’anno 2019.

 

Le colonnine di ricarica per auto sono la chiave per il futuro della mobilità

Pubbliche amministrazioni, hotel, cinema, parcheggi e tante altre attività si stanno già attivando per fornire ai propri clienti il servizio di ricarica elettrica per autovetture.

Per richiedere un sopralluogo gratuito, visitate la sezione dedicata.

Colonnine di ricarica

Fonti: iMotor1.com | Ansa.it | Ecobonus Gov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top